LIUBADARY – DIARIO DI UN’ARTISTA NORMALE

3. Idea da mettere in pratica subito
Premesso che è un periodo interiormente e fisicamente difficile, ancora una volta decido che è meglio mettersi all’opera con l’arte che rimuginare su tutti i fantasmi che vagano nella mia testa.
Ed ecco che d’amblè decido che farò una nuova performance alla Fiera di Torino. Artissima è tra nemmeno 10 giorni, e le sfide in velocità mi divertono (o mettiamola così, mi riesce spesso più facile fare tutto all’ultimo che quando organizzo una cosa per anni, come il progetto della performance in Vaticano…).

Beh, l’idea non è nata adesso, mi era baluginata un paio di anni fa, quando l’avevo immaginata chiaramente come una visione, poi però non la sentivo ancora matura e non ero pronta per farla.
Adesso improvvisamente questa idea è ricomparsa e rinata, ed è l’esatta espressione di ciò che vorrei dire in questo momento col mio lavoro. E’ l’esatta espressione di ciò che sto vivendo, e allora la farò. Subito. E quale occasione migliore che farla all’opening di Artissima, secondo la mia abitudine di fare azioni a sorpresa?
Ma naturalmente, essendo una sorpresa, non vi dirò un acca. Niente di niente. Se volete tenetevi la curiosità.

THIS BLOG IS MOSTLY IN ITALIAN

WELCOME!

dopo il 'diario new york’ apparso a puntate sul web seguito quasi come una telenovela (anche perchè un po' lo era!) da una numerosa serie di persone, ho deciso di ritornare a raccontarmi e a raccontare i retroscena della vita di un'artista, con i suoi problemi ‘normali’ della vita quotidiana, comuni a tutti, però anche con le imprevedibili pazzie e avventure che intraprendere questa strada comporta.

Perchè sento il desiderio di condividere parti di ciò che mi accade con voi? Perchè è come se ci fossero due torrenti che mi attraversano, quello della vita normale, con tutte le sacrosante esigenze di stabilità, rapporti, lavori, bollette, paure, silenzi, soddisfazioni e poi c'è una parte inquieta che si meraviglia di tutto e cerca il colore delle cose, e soffre nel grigio quotidiano e nella morsa dell'ingranaggio, che mi costringe a creare, a migrare, ad oppormi, ad immaginare, e questo secondo torrente fluisce impetuoso e si mischia con l'altra acqua più quieta. E lì nasce l'arte, nasce il mio desiderio di molto viaggiare, e nasce il conflitto e il rischio, e la paura e la gioia.

Desidero raccontarmi perchè so che questi torrenti sono in molti di noi, e mi piace pensare che condividere l'attraversare di queste acque possa creare sinergia, complicità, sollievo e ironia.

METODO E BACKSTAGE:

Mi sono domandata: imposto il blog per raccontarvi i fatti e le cose che succedono? o per svelare i risvolti che non si vedono, compreso quelli interiori? Mi sa che farò un mix di fatti esterni e di fatti interni.

Per cui vi racconterò le cose, ma credo che vi racconterò anche la fatica, e la rabbia,o la gioia, o l'insicurezza, o insomma tutta la mia imperfetta individualità che sta dietro alle cose che faccio e che cerco di fare. Come funziona la vita di un artista oggi, e la vita di una donna oggi, e per farlo posso solo condividere la mia vita, una fra le tante, ma anche unica e speciale.

FOLLOW ME

ALL POSTS

RECENT COMMENTS

Tags

Archives